Company name: Dynamic Solutions s.r.l.
Address: VIA USODIMARE 3 - 37138 - VERONA (VR) - Italy

E-Mail: [email protected]

Scandalo Dr Automobiles: multa da 6 milioni per pubblicità ingannevole

L'Antitrust ha sanzionato Dr Automobiles per pratiche commerciali scorrette legate all'origine dei veicoli. Scopri come questo ha influenzato il mercato e le risposte dell'azienda.
  • 6 milioni di euro di sanzione inflitta dall'Antitrust a Dr Automobiles per pratiche commerciali scorrette.
  • Le immatricolazioni dei veicoli Dr ed Evo in Italia sono aumentate del 76% nel 2022 e del 52% nel 2023.
  • Dr Automobiles contesta la sanzione e annuncia l'intenzione di impugnare il provvedimento.

L’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato ha comminato una sanzione di 6 milioni di euro a Dr Automobiles, controllata da Dr Service & Parts, per pratiche commerciali scorrette. L’istruttoria, avviata il 19 ottobre scorso, ha accertato che Dr Automobiles ha fornito informazioni ingannevoli riguardo al luogo di produzione delle autovetture a marchio Dr ed Evo, lasciando intendere che fossero prodotte interamente in Italia, mentre in realtà sono fabbricate in Cina con solo marginali interventi di rifinitura e completamento effettuati in Italia.

Le Pratiche Commerciali Scorrette

Secondo l’Antitrust, le comunicazioni commerciali di Dr Automobiles, a partire da dicembre 2021, hanno indicato l’Italia come origine e luogo di produzione delle autovetture, una pratica che ha coinciso con un forte aumento delle vendite dei marchi Dr ed Evo sul mercato italiano. Le immatricolazioni in Italia sono cresciute del 76% nel 2022 e del 52% nel 2023. Inoltre, l’istruttoria ha rilevato che Dr Service & Parts e Dr Automobiles, dal 2022, non hanno garantito un adeguato approvvigionamento dei pezzi di ricambio né una corretta assistenza post-vendita tramite la rete di concessionari e officine autorizzate, e non hanno fornito idonea formazione tecnica. Questo comportamento può ostacolare l’esercizio dei diritti dei consumatori, compreso il diritto di ottenere la riparazione dell’automobile e un’adeguata assistenza post-vendita, anche nell’ambito della garanzia legale di conformità del prodotto acquistato.

La Risposta di Dr Automobiles

Dr Automobiles ha contestato la sanzione dell’Antitrust, definendola “incredibile” e annunciando l’intenzione di impugnare il provvedimento, fiduciosa in un totale ribaltamento della decisione. Massimo Di Risio, fondatore e presidente del gruppo, ha sottolineato che la delocalizzazione della produzione in Estremo Oriente è una pratica comune e non è mai stata celata al pubblico, come testimoniato da numerosi articoli di stampa, servizi televisivi e informazioni divulgate attraverso i canali ufficiali del gruppo. Di Risio ha inoltre evidenziato che le campagne pubblicitarie non hanno mai affermato che le autovetture fossero interamente fabbricate in Italia, ma hanno sempre sottolineato il forte legame del gruppo con il Paese e con la regione Molise, dove si trovano importanti fasi di ricerca e sviluppo, design, progettazione, rifinitura e completamento delle autovetture.

Prospettive Future e Critiche all’Antitrust

Dr Automobiles ha dichiarato l’intenzione di accrescere le lavorazioni in Italia, ampliando il polo industriale di Macchia d’Isernia con un nuovo stabilimento produttivo e sviluppando nuovi modelli, anche ad alimentazione integralmente elettrica. Per quanto riguarda le critiche dell’Antitrust sull’assistenza post-vendita, il gruppo ha attribuito i tempi di attesa per la riparazione delle autovetture alla indisponibilità di pezzi di ricambio causata dalla disruption della catena di approvvigionamento nel settore automotive nel periodo post-pandemico, una situazione comune a tutto il settore e in fase di assorbimento. I dati registrati dal gruppo dal 2023 mostrano un miglioramento con tempi medi di consegna dei pezzi di ricambio superiori ai 2 giorni.

Bullet Executive Summary

In conclusione, la sanzione di 6 milioni di euro inflitta a Dr Automobiles dall’Antitrust per pratiche commerciali scorrette e pubblicità ingannevole rappresenta un caso significativo nel panorama economico e finanziario moderno. La vicenda mette in luce l’importanza della trasparenza e della correttezza nelle comunicazioni commerciali, nonché la necessità di garantire un’adeguata assistenza post-vendita ai consumatori. La risposta di Dr Automobiles, che contesta la sanzione e annuncia l’intenzione di impugnarla, evidenzia le sfide che le aziende devono affrontare nel bilanciare la delocalizzazione della produzione con il mantenimento di un forte legame con il territorio di origine.

Nozione base di economia e finanza: La trasparenza nelle comunicazioni commerciali è fondamentale per mantenere la fiducia dei consumatori e garantire un mercato equo e competitivo.

Nozione avanzata di economia e finanza: La gestione della supply chain e l’assicurazione della continuità dell’approvvigionamento dei pezzi di ricambio sono cruciali per la sostenibilità operativa delle aziende nel settore automotive, specialmente in un contesto post-pandemico caratterizzato da interruzioni e ritardi nella catena di fornitura.


Articolo e immagini generati dall’AI, senza interventi da parte dell’essere umano. Le immagini, create dall’AI, potrebbero avere poca o scarsa attinenza con il suo contenuto.(scopri di più)

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *