Company name: Dynamic Solutions s.r.l.
Address: VIA USODIMARE 3 - 37138 - VERONA (VR) - Italy

E-Mail: [email protected]

Scopri l’accordo che cambierà il futuro delle crociere

Un accordo da 9 miliardi di euro tra Fincantieri e NCLH segna una nuova era per il settore crocieristico, con un focus su sostenibilità e innovazione.
  • L'accordo tra Fincantieri e Norwegian Cruise Line Holdings è valutato 9 miliardi di euro, rappresentando un segnale forte di ripresa e fiducia nel settore crocieristico.
  • Le prime quattro navi saranno consegnate tra il 2026 e il 2029, evidenziando un impegno a lungo termine verso l'innovazione e la sostenibilità ambientale.
  • L'impatto sul titolo Fincantieri è stato immediato, con un incremento del 3,7% a 0,78 euro per azione, dimostrando l'importanza dell'accordo per il mercato finanziario.

Il settore crocieristico segna un punto di svolta con un accordo storico tra Fincantieri e Norwegian Cruise Line Holdings (NCLH), annunciato in occasione della fiera Seatrade Cruise Global a Miami Beach, un evento di rilievo internazionale che vede la partecipazione di 600 espositori da 120 Paesi. L’annuncio di questo accordo rappresenta non solo una ripresa post-pandemia per il settore ma anche un’importante conferma della fiducia nel mercato delle crociere, che torna ai livelli di attività pre-pandemia.

Il contratto prevede la realizzazione di quattro nuove navi da crociera, due destinate al brand Regent Seven Seas Cruises e due a Oceania Cruises, con consegne previste tra il 2026 e il 2029. Queste unità saranno all’avanguardia per quanto riguarda tecnologia, comfort, intrattenimento a bordo e sostenibilità ambientale. Le navi destinate a Regent Seven Seas Cruises avranno una stazza lorda di 77.000 tonnellate e potranno ospitare circa 860 passeggeri, mentre quelle per Oceania Cruises avranno una stazza lorda di 85.000 tonnellate per circa 1.450 passeggeri.

Inoltre, è stata firmata una lettera di intenti per lo studio della costruzione di ulteriori quattro unità, che saranno le più grandi mai realizzate per il marchio Norwegian Cruise Line, con una stazza lorda di circa 200.000 tonnellate ciascuna e capacità di ospitare circa 5.000 passeggeri, con consegne previste tra il 2030 e il 2036.

Impatto Finanziario e Prospettive di Crescita

Gli analisti di Mediobanca Research stimano l’ordine in 9 miliardi di euro, suddiviso tra 3-4 miliardi per le prime quattro navi e ulteriori 4-5 miliardi per le successive quattro. Questo rappresenta il 25% dei 35 miliardi di commesse (soft backlog) alla fine del 2023. La notizia ha avuto un impatto significativo sul titolo Fincantieri, che ha registrato un incremento del 3,7% a 0,78 euro per azione, portando la capitalizzazione a 1,32 miliardi di euro, con un aumento del 30% da inizio anno.

Questo accordo non solo conferma la ripresa del settore crocieristico ma segnala anche una forte accelerazione degli ordini per Fincantieri, evidenziando la capacità dell’azienda di attrarre investimenti significativi e di garantire un carico di lavoro sostanziale per i propri cantieri.

Strategie di Sostenibilità e Innovazione

Un aspetto fondamentale di questo accordo è l’impegno verso la sostenibilità ambientale. Fincantieri prevede che i nuovi progetti contribuiranno significativamente al percorso verso la decarbonizzazione, in linea con le politiche di sostenibilità della società. L’ad di Fincantieri, Pierroberto Folgiero, ha sottolineato l’importanza di questo traguardo, non solo per l’impatto industriale ma anche per la conferma della robusta ripartenza del mercato e degli investimenti previsti nel nuovo piano industriale dell’azienda.

Inoltre, Fincantieri sta esplorando ulteriori opportunità di crescita, come evidenziato dalla possibile trattativa per rilevare Whitehead Alenia Sistemi Subacquei (Wass), dimostrando una strategia aziendale orientata all’innovazione e all’espansione in nuovi settori.

Bullet Executive Summary

Il recente accordo tra Fincantieri e Norwegian Cruise Line Holdings segna un momento significativo per il settore crocieristico, evidenziando una ripresa post-pandemia e una fiducia rinnovata nel mercato. Con un valore stimato di 9 miliardi di euro, l’accordo non solo garantisce un sostanziale carico di lavoro per Fincantieri ma pone anche le basi per avanzamenti significativi in termini di sostenibilità ambientale e innovazione tecnologica. Questo evento sottolinea l’importanza di strategie aziendali focalizzate sulla sostenibilità e l’innovazione come motori di crescita e competitività nel panorama finanziario moderno.

Da un punto di vista finanziario, l’accordo rappresenta un esempio di come le grandi commesse possano influenzare positivamente la valutazione di mercato delle aziende, offrendo al contempo una visione a lungo termine sulla gestione del portafoglio ordini e sulla pianificazione della capacità produttiva. In termini più avanzati, evidenzia l’importanza della diversificazione delle fonti di ricavo e dell’investimento in ricerca e sviluppo per mantenere la competitività in un settore in rapida evoluzione.


Articolo e immagini generati dall’AI, senza interventi da parte dell’essere umano. Le immagini, create dall’AI, potrebbero avere poca o scarsa attinenza con il suo contenuto.(scopri di più)

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *